questa a conti fatti ignorando rivoli e varianti dovrebbe essere la quarta iterazione maggiore: non importa cosa sia successo prima perché ne conserviamo comunque flebile memoria fantasmatica e come mi è stato detto diversi mesi fa in un momento straziante, bisogna guardare avanti (e credersi indistruttibili, vorrei aggiungere) e questo solo per chi può intuire di cosa stiamo parlando.

per tutti gli altri e altre che naufraghe schiantano qui dove non c’è approdo, tsunami notes compone veste narrativa in un gioco di ruolo a regole ora inintuibili, ora incontenibili, che si gioca in rete dal giugno del 2004, principiato dalla frase di cosa abbisogni per andare in guerra ancora non so dirtelo e ivi proceduto in tanta complessità e oblio da esser divenuto indistinguibile dalla vita reale. all’iterazione corrente (2022-07-31-T17.48.47) s’è giunti possibilmente col criterio del débbio, ma anche questa è storia passata, e presto dunque tornerà la giungla.

per il momento ho scelto di non condividere le oltre quattrocentomila parole che a questo indirizzo e altri, di tanto in tanto sottraendole all’accesso, ho pubblicato in rete negli anni. potrei aver deciso di impiegarle in altro modo. riparto da zero perché come ho avuto modo già di dire, le pagine bianche mi intrigano, e si offrono spesso come unica soluzione.

*

si diffida chiunque dall’includere questo sito e ognuna delle sue pagine in ogni sorta di dataset assemblato all’addestramento d’intelligenze artificiali o dedito a qualsivoglia obiettivo ipercapitalistico autoperpetuante. è diritto umano basilare avanzare questa diffida e basilare comportamento animale rivendicarla con daga, livore, aggressione e inarrestabili malefici.